GEMS & JEWELLERY

GEMS & JEWELLERY
Luglio 2015

Questo numero della rivista inglese inizia con un articolo di Cook sul quarzo dorato rutilato associato a ematite ritrovato nella regione di Bahia, in Brasile, illustrando come l’autore abbia cercato di migliorare le condizioni dei cercatori di cristalli; vengono inoltre forniti dati sulla produzione e sulle caratteristiche del materiale. Il lavoro seguente, di Cara Williams, ha come oggetto un gruppo di grezzi di opale etiopico su matrice che in realtà sono risultati essere composti da scarti di opale incollati con una resina epossidica.

Il terzo articolo di questo numero è una descrizione di Gary Roskin di un diamante sintetico HPHT incolore grezzo, prodotto nel 1996 da Chatham e venduto a Tucson in quell’anno (N.d.A.: la collezione di gemme del CISGEM possiede una pietra con analoghe caratteristiche acquistata nello stesso anno alla fiera di Las Vegas), a cui segue un’intervista al noto gemmologo Thomas Hainschwang. Un lungo resoconto sulla conferenza GemQuest tenutasi a Majorca tra il 18 e il 20 aprile 2015 è affidato all’organizzatore Geoffrey Dominy, mentre le novità viste alla Fiera di Las Vegas sono illustrate ancora una volta da Gary Roskin. La relzione su una visita al famoso centro di taglio di Idar Oberstein, scritto da Deborah Mazza, precede il lavoo conclusivo, che è la quarta puntata della serie “The ins and outs of polished diamonds”, che ha come oggetto due diamanti che mostrano dei misteriosi “buchi” che, almeno in un caso si sono rivelati essere sicuramente inclusioni naturali

Pin It
  • Solo una gemma certificata
    valorizza il tuo gioiello